Contro il traffico umano 

Nel 2001, il nostro XVIII° Capitolo Generale aveva stabilito, per il periodo 2001 – 2006, delle priorità per la Missione Salvatoriana. Tra queste priorità, una era l’impegno in vari modi e a  livelli diversi, di lavorare per donne e bambini, che sono stati o sono a rischio di diventare vittime d’abuso sessuale, sfruttati/e o vittime del traffico umano. Anche il XIX° Capitolo Generale del 2006, ha rinforzato quest’opzione, così come tanti altri, di essere insolidarietà con coloro che sono maggiormente a rischio di essere vittime di un business lucrativo multi-nazionale del traffico umano.
“Human trafficking is defined as the recruitment, harbouring, transportation, provision, or obtaining of a person for labour or services through the use of force, fraud, or coercion, for the purpose of subjecting that person to involuntary servitude, peonage, debt bondage, or slavery.” (Trafficking Victims’ Protection Act – TVPA 2000).

Atto di Protezione delle Vittime di Traffico”Protocollo per la Prevenzione, Soppressione, Punizione del Traffico di persone, in particolare di Donne e Bambini” come “il reclutamento, il trasporto, l’acquisto, la vendita, l’alloggio o il ricevimento di persone, tramite minacce o l’uso della violenza, il sequestro, la frode, l’inganno o la coercizione (compreso l’abuso di potere), o tramite la contrazione di un debito capestro, allo scopo di costringere o continuare a costringere la persona, oggetto di traffico, a svolgere pratiche di lavoro forzato o in condizione di schiavitù, a prescindere dal pagamento del debito”.

Alcune delle nostre Unità hanno preso delle iniziative attraverso il lavoro in rete con altre Congregazioni Religiose o Organizzazioni, per promuovere istruzione e consapevolezza e per intraprendere delle azioni per proteggere o liberare persone da questa situazione del traffico umano. Accesso awww.StopEnslavement.org per ulteriori informazioni.

Attività contro esseri umani in Austria

Il secondo evento di  rete “attività contro esseri umani in Alta Austria” ha avuto luogo il 21 ottobre 2015 a Linz, in Austria. I partecipanti, di varie età, esperienze e background sociali (politici, rappresentanti di diverse chiese, scuole, ordini religiosi e ONG), hanno discusso i temi della tratta di esseri umani, prestazioni sessuali e la prostituzione forzata. S. Maria Schlackl, SDS, ha organizzato l’evento.

http://www.ordensgemeinschaften.at/2252-aktiv-gegen-menschenhandel-wuerde-macht-stark