XXI° Capitolo Generale

28/30 November

GCh 30th Nov (88)28 Novembre 2018: Con un sole splendido ed un vento freddo, ci siamo incamminate presto verso San Pietro per partecipare all’udienza di Papa Francesco. Nel grande hall delle udienze (ben riscaldato), abbiamo assistito alla catechesi ed alle parole del Papa in varie lingue. Forse il nostro gruppo era quello che maggiormente ha compreso tutte queste lingue. 😉 Anche noi abbiamo gioito del ragazzino, qui – liberamente, ma in modo indisciplinato (così il P. Francesco) – ha giocato nell’area antistante per provare se queste strane figure a destra ed a manca di quell’uomo vestito di bianco. erano vere persone oppure delle bambole.  L’uomo di guardia ha comunque superato questa prova senza batter ciglio.
30 Novembre 2018: Ecco – fatto! Ufficialmente il XXI° Capitolo Generale è terminato. Suor Edith, la Superiora Generale uscente, ha espresso la sua gratitudine per la guida di Dio e l’ispirazione dello Spirito Santo durante questo periodo. Ha ringraziato le Delegate, i traduttori e le traduttrici, gli oratori e le tante Capitolari che – oltre alle sedute regolari – hanno collaborato con i Comitati più svariati. „Il nostro cammino salvatoriano significa di stare accanto al Salvatore come discepole. È proprio questo che caratterizza il nostro viaggio di pace e di giustizia insieme ai popoli – costruendo ponti nel mondo intero.”
Dopo più di quattro settimane, la maggior parte delle partecipanti è stata contenta di poter ritornare a casa. Tuttavia, la fine del Capitolo è soltanto l’inizio del lavoro vero e proprio, cioè di implementare nelle Unità le decisioni prese dal Capitolo.
La Liturgia conclusiva è stata presieduta dal P. Milton, Superiore Generale dei Salvatoriani, in concelebrazioni con vari membri del Generalato.  Ha sottolineato soprattutto la forza simbolica dei testi odierni – ricordando l’Apostolo Andrea. Nel Vangelo si parlava della vocazione dei primi discepoli. Gesù li chiamò, e loro lo seguirono. Il P. Milton a detto, che i discepoli andarono „senza dire una parola“ e che anche questo li caratterizza come discepoli nella sequela di Gesù.
Ogni parte della Liturgia era stata predisposta da un gruppo linguistico diverso: l’inno iniziale era in spagnolo, seguito da un ‘kyrie’ in arabo, una lettura in italiano, il responsorio in tedesco, l’alleluia in fiammingo … una danza indiana per la preparazione dei doni. Come è variopinto il mondo salvatoriano!
Già dopo cena iniziò l’onda degli addii. Le prime Suore dovevano mettersi in viaggio verso l’aeroporto già alle ore 06.00. Addio dunque – a qualunque momento in qualunque parte del mondo! Arrivederci Roma!

25/26 novembre

25/26 November 2018

Domenica, 25 novembre 2018. Esattamente 130 anni fa (il 27 novembre 1888), Teresa von Wüllenweber aveva raggiunto Tivoli. Quindi era d’obbligo per le partecipanti al XXI° Capitolo Generale di fare un’escursione al luogo della nostra prima filiale e fondazione –la continuazione dunque del cammino verso i luoghi salvatoriani a Roma.  
Nella chiesetta di S. Antonio, della quale le Suore della giovane fondazione furono responsabili dal 1895, potevamo ancora ammirare – nella sacristia –  le etichette sui cassetti, scritte da mano salvatoriana più di 120 anni fa. Dal 1888 al 1904 le Suore hanno vissuto in tre diverse case, che abbiamo tutte visitate durante il nostro giro nella città di Tivoli. Nella Cattedrale di San Lorenzo abbiamo poi potuto assistere ad una Messa per la famiglia. Malgrado la pioggia, talvolta copiosa, l’umore di tutte le partecipanti era eccellente.
Lunedì, 26 novembre 2018.
Group 4Anche dopo aver eletto il nuovo Leadership-Team, resta ancora qualcosa da fare. A partire da sabato, stiamo elaborando le Proposte delle varie Unità e del Generalato.  Si tratta di modifiche alla nostra Regola di Vita, di vari argomenti dell’organizzazione (come per esempio il numero delle Delegate per il prossimo Capitolo Generale), dei desideri di continuare o meno le priorità dei sei anni trascorsi ecc. A proposito di queste ultime, i gruppi dovranno controllare, se i punti desiderati non siano già contenuti nella nuova “Dichiarazione Capitolare”.
Ogni Proposta elaborata sarà confermata dalle Delegate come Promulgazione o Ordinanza del Capitolo. Come per i testi legislativi, ci sarà una prima, una seconda e talvolta anche una terza «lettura» prima di sottomettere un testo all’approvazione definitiva.  

 

Dalla mattinata conosciamo anche il nome della nuova Vicaria Generale, nominata nella prima seduta di ieri pomeriggio dal primo incontro del nuovo Generalato: Congratulazioni e la benedizione di Dio per il tuo nuovo Uffici, cara Suor Lilly!

L’inizio del termine d’ufficio per il nuovo Generalato sarà il 24 febbraio 2019.

23 novembre

Ci rallegriamo di aver eletto la nuova Leadership internazionale delle Suore Salvatoriane:

LILL
Suor Lilly Kurian, 55, nata ad Idukki, Kerala (India), membro del Generalato dal 2012, si aspetta che con una più grande esperienza del Salvatore Gesù Cristo, ogni membro della Congregazione possa diventate un Ponte di Misericordia e Giustizia. Per lei la seguente citazione di P. Jordan è molto significativo: „In tutto tieniti stretto alla verità, perché Dio è Verità“. (DS I/82).
REN
Suor Renária Bezerra da Silva, 40 anni, nata a Barbalha, CE (Brasile, Provincia São Paulo). Nella sua patria lavora nella promozione delle vocazioni e come accompagnatrice spirituale dei Laici Salvatoriani.  Per lei la citazione più significativa del P. Jordan dopo l’anno giubilare è la seguente: „Rinnovati e rafforzati spesso nelle tre virtù teologali; nella lotta specialmente proprio la santa speranza”. (DS I, 122). Per lei è importante costruire insieme – oltre i continenti e le Unità –  dei Ponti di Misericordia per la vita della gente, usando diversi talenti e conoscenze.
JAC
Suor Jacqueline Mwakasu Kona, 49 anni, nata a Kolwezi (Rep. Democratica del Congo), era – tra l’altro – la Superiora Locale nella nostra Missione in Zambia. È insegnante ed operatrice sociale ed aveva anche lavorato come Maestra delle Candidate e Novizie. Desidera soprattutto di costruire dei Ponti accompagnando bambini e persone nel bisogno. La sua citazione preferita del P. Jordan è la seguente: „C’è bisogno di una sola persona piena di zelo apostolico per infiammare un’intera nazione”.
EWA
Suor Ewa Tonacka, 56 anni, nata a Szczecin (Polonia), è attualmente la Superiora della Provincia Polacca.  La frase del P. Jordan: „Non avanzare è indietreggiare”, (DS I/27), rivestiva particolare significato per lei durante l’anno giubilare. Tramite l’essere con la Gente come Testimoni dell’Amore di Gesù, noi come Congregazione, possiamo costruire Ponti di Misericordia e Giustizia.
Auguriamo alle nuove Consigliere Generali tanta energia e la benedizione di Dio per il loro nuovo ufficio!
Siamo particolarmente liete, che – con Suor Jacqueline – c’è per la prima volta una Consorella africana nella Leadership Internazionale. Ora tutti i continenti, dove vivono delle Salvatoriane, sono rappresentati nel nostro Generalato.  La leadership deve dunque vivere questa grande sfida a livello minore, cioè in collaborazione con persone di diverse culture e lingue. La lingua ufficiale resta l’Inglese.
La Superiora Generale con le sue Consigliere vengono completate dall’Economa Generale, Suor Brigitte Thalhammer (Austria) e dalla Segretaria Generale, Suor Juby Mathew (India), nonché da altre collaboratrici amministrative

21 novembre

21 Novembre 2018

Annunciamo con gioia che S. Maria Yaneth Moreno Rodriguez è stata eletta come la X0 Superiora Generale delle Suore del Divin Salvatore. 
Questa mattina, a Roma, il XXI° Capitolo Generale della Congregazione Internazionale delle Suore del Divin Salvatore, ha eletto Suor Maria Yaneth Moreno Rodrigues come Superiora Generale. Suor Yaneth, 54 anni, è nata a Rionegro, Santander, Colombia. Ha emesso la sua professione religiosa l’8 dicembre 1985 e serve attualmente come Consigliera del Generalato. Suor Yaneth ha un’esperienza multiculturale e parla Spagnolo, Inglese, Italiano, Portoghese e Francese. Suor Yaneth scrive: “La mia speranza è che ogni Donna Salvatoriana possa vivere e praticare la Misericordia et la Giustizia nella propria vita quotidiana, nel rapporto fraterno in seno alla Comunità ed ovunque nel proprio apostolato.” Dopo questo anno giubilare del Padre Jordan, ha condiviso il seguente suo passaggio, particolarmente significativo per lei, quando cita: “Vorrei lasciarvi un’eredità speciale, se posso esprimermi così; questa eredità è una grande fiducia in Dio. Quando pregate, ponete tutta la vostra fiducia in Dio e non nel vostro lavoro, nelle vostre qualità e le vostre conoscenze. La nostra Salvezza viene da lassù!”

 

ya   

19 novembre

19 Novembre 2018

SpiritIl contenuto del nostro discernimento si riferisce ad elementi del Mondo, della Chiesa, della Vita Religiosa, del Carisma Salvatorianao ed anche del momento attuale nella Congregazione Salvtoriana. Si tratta di un tempo di profondo rispetto per la nostra vocazione, la nostra missione e la nostra chiamata alla sequela di Gesù – come Delegate in procinto di entrare nel processo delle elezioni.  

 

 

 

 

17 novembre

17 Novembre 2018

Le Suore della Tanzania hanno preparato la Messa ieri sera nella loro lingua-madre. Accompagnate da tamburi ed altri strumenti, hanno meravigliosamente cantato in Swahili. Oggi, le Delegate Salvatoriane continuano a restare in attesa del discernimento elettivo, previsto per la prossima settimana. Come elettrici assumeranno delle responsabilità relative agli elementi del discernimento comunitario, scegliendo una costellazione di persone con diverse qualità/facoltà, talenti ed esperienze. Si stanno anche riunendo in gruppi continentali per discutere insieme gli sforzi congiunti di collaborazione a favore di diversi progetti della Congregazione.

GCh 17th Nov (98)

GCh 17th Nov (93)

 

 

 

 

 

GCh 17th Nov (89)

GCh 17th Nov (84)

 

 

 

 

 

 

14 novembre

14 novembre 2018

GCh 13th Nov (8)GCh 14th Nov (11)Per le Delegate del XXI° Capitolo, si trattava della giornata per determinare il nostro futuro orientamento sotto la guida di Dio. Abbiamo valutato e meditato sulla futura vita e missione della Congregazione. Avendo ricevuto informazioni da tutte le Unità, condiviso le diverse realtà, le risorse, nonché la situazione demografica e finanziaria, la Dichiarazione sul futuro Orientamento dovrà dare una risposta a questo preciso momento nella nostra Chiesa e nel Mondo, nonché all’avvenire della Congregazione, cioè dove investire il nostro tempo prezioso, la nostra energia e le nostre risorse per il bene della missione. Le Delegate sono arrivate alla consapevolezza critica della nostra realtà e della nostra risposta ai segni del tempo; ad una spiritualità di contemplazione ed incarnazione del Vangelo, nonché alla collaborazione, cooperazione et partecipazione ad iniziative pro-vita. La Santa Messa del pomeriggio è stata preparata dalle Suore della Provincia Nordamericana.

12 novembre

12 novembre

GCh 12th Nov (5)GCh 12th Nov (9)La giornata è iniziata con la presentazione preparatoria da parte di Padre Cedric Prakash, S.J. Il nostro pellegrinaggio attraverso il XXI° Capitolo Generale è incominciato con la fiducia, che dobbiamo porre nello Spirito di Dio per permettergli di farci avanzare attraverso il prisma del contesto, delle preoccupazioni e degli impegni che riflettono la Spiritualità, le GCh 12th Nov (24)GCh 12th Nov (17)attitudini e le azioni della Congregazione. Memori delle parole di Papa Francesco, noi Salvatoriane siamo chiamate ad annunciare la misericordia et la giustizia a tutti I popoli di ogni cultura ed a sentire il grido del Popolo di Dio nel mondo.  Si tratta di una missione profetica denunciare i mali della società, diventando ponti tra la gente ed il Salvatore.  Dobbiamo collaborare con tutte le nostre forze e fare sì che il Salvatore sia conosciuto, amato e servito, affinché ognuno trovi in Lui la salvezza. La serata si è conclusa con la Santa Messa, preparata dalle Suore di Terra Santa. 

8 novembre

8 novembre

GCh 8th Nov (184)Il punto focale dell’Identità Salvatoriana è di far conoscere il Salvatore del Mondo a tutti I popoli.  In uno spirito di discernimento e di ascolto, le Delegate del XXI° Capitolo Generale constatano che il Rapporto del GCh 8th Nov (97)Generalato chiama tutte le Donne Salvatoriane a proclamare il Vangelo ed a esserne testimoni. Nell’assumere i vari ruoli, le Delegate hanno trasformato in spettacolo le dimensioni GCh 8th Nov (91)dell’interculturalità, espresse dalla Formazione Integrale Contestualizzata, dall’Uso della Tecnologia per la Missione, dalla Collaborazione con Altri/e in una Cultura di Solidarietà, nonché dalla Creazione di Strutture Significative per la Missione della Congregazione. In questo momento storico, i membri della Comunità Salvatoriana sono chiamati a confrontare le realtà delle forze distruttive, che cercano di abolire i valori cristiani, con le allarmanti conseguenze che sfociano nel traffico umano, nell’immigrazione, nella distruzione dell’ambiente e della terra, ed anche nell’ingiustizia nella distribuzione dei beni e del benessere. La fruttuosa riflessione di oggi si è conclusa con la Santa Messa, preparata dalle Delegate congolesi.

3 novembre

3 novembre

DSC_3042Il Padre Milton Zonta, SDS, Superiore Generale dei Padri Salvatoriani, ha iniziato la seduta mattutina con l’indirizzare alle Capitolari del Capitolo Generale delle Suore Salvatoriane, gli auguri ed il sostegno nella preghiera della propria Comunità Salvatoriana. In questo momento così importante di DSC_3107discernimento e di presa di decisioni sul futuro del lavoro e della missione del nostro Ordine, il Padre Milton ha ammesso che non è facile o confortevole costruire dei Ponti di Misericordia e Giustizia tra gli emarginati ed i poveri, senza escludere nessuno dal conoscere l’amore infinito dei Cristo. Ha ricordato alle Suore la necessità di rendersi conto che è lo Spirito Santo che le chiama a incamminarsi verso la costruzione di Ponti di Misericordia e Giustizia, dicendo DSC_3135che la Missione Salvatoriana resta sempre la «Missione dello Spirito Santo», che precede, accompagna e segue tutto quello che fanno. Come risposta le Suore dovranno realizzare che la loro diversità è una ricchezza, trovando anche dei metodi per trasmettere la speranza e condividere, dal profondo del proprio cuore, a cosa le chiama il Salvatore in questo momento storico del nostro tempo.
Suor Annette Havenne, Moderatrice Spirituale del Capitolo, le ha incoraggiate, dicendo che «L’ascolto dei Rapporti delle Unità» è essenziale per iniziare il discernimento durante il Capitolo. Qualunque cosa portiamo agli altri e come lo facciamo, costruire dei ponti richiede comunque flessibilità, elasticità, perdono, interdipendenza, libertà interiore, valori comuni ed inclusione – giusto per elencare alcune caratteristiche delle relazioni necessarie alla costruzione di ponti.

1 novembre

1° novembre 2018:

DSC_2580Il XXI° Capitolo Generale è stato ufficialmente convocato per il 1° Novembre, Festa di Ognissanti, sotto il tema: Donne Salvatoriane costruiscono Ponti di Misericordia e Giustizia con il Popolo del Mondo Intero. Alle ore 09.00, le 56 delegate e partecipanti si sono incontrate per la cerimonia rituale della preghiera di apertura del Capitolo. Dopo l’entrata solenne a mani giunte – come espressione della costruzione di un ponte vivente – ogni delegata è stata chiamata per nome. Dopo aver detto “Eccomi”, è stata salutata da Suor Edith, Superiora Generale, per poi prendere posto come delegata.DSC_2484 
Suor Edith Bramberger, Superiora Generale, ha accolto tutte le partecipanti con uno spirito di gioia e tenerezza, invitando ciascuna ad aprirsi al Signore, ad ascoltare ed a fare la DSC_2777volontà di Dio.  Insieme alle 56 delegate siamo state invitate all’unico lavoro importante, costituito dalla protezione ed attualizzazione del tesoro, formato dal nostro Carisma, che manifesta il volto e l’amore del Salvatore a tutta la popolazione del mondo intero.  Siamo state chiamate ad uno spirito di apertura, sensibilità, coraggio e discernimento per la futura DSC_2246costruzione di ponti che possano rivelare il Piano del nostro Salvatore.  Il Cardinale João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione degli Istituti di Vita Consacrata, ha concelebrato con il Padre Milton Zonta, SDS, Superiore Generale dei Padri Salvatoriani, la Liturgia, invitandoci in occasione della Festa di Ognissanti, a rivelare santità nei confronti nostri e della gente intorno a noi, in quanto la santità è il dono profondo che una donna consacrata possa offrire – attraverso la nostra capacità di versare l’amore del nostro Salvatore nel cuore di tutti quanti.

 

 

Delegate

 

Capitolo Generale- Staff